Essere padroni del proprio respiro aiuta nello stress

RESPIRO consapevole

C’è una connessione profonda tra stato mentale e respirazione:

  • Quando siamo impauriti, il fiato si fa veloce e superficiale.
  • Quando si prova sollievo in una situazione difficile, si fa un bel sospiro.
  • Tratteniamo il fiato nel dolore o nella fatica.
  • Quando siamo felici e tranquilli, anche il nostro respiro è regolare.

Se gli stati emotivi si riflettono sul nostro modo di respirare, modificando la nostra respirazione possiamo modificare anche le nostre emozioni.

Rilassando il respiro e il corpo, inevitabilmente si rilasserà anche la nostra mente.

Questo significa che lavorando sul prendere coscienza del nostro respiro, imparando a disciplinarlo, si riesce gradualmente  a superare situazione di stress o di ansia.

Gran parte delle persone “respira in modo superficiale” utilizzando solo una parte della propria capacità respiratoria e questo modo sbagliato di respirare, diventa abituale.

In genere, respirando, si utilizza soltanto il torace impedendo all’aria di raggiungere la base dei nostri polmoni dove avviene lo scambio gassoso importante per ossigenare il nostro corpo e produrre energia.

Il respiro consapevole  è uno strumento potente nelle nostre mani.

Attraverso esercizi di Pranayama combinati con le asana, si può acquisire  maggiore consapevolezza della nostra funzione respiratoria per trovare serenità e più energia.

 

Related posts:

One thought on “Essere padroni del proprio respiro aiuta nello stress

  1. Pingback: Fortificare il corpo prolungando la fase di espirazione

Leave a Reply