Le cose semplici sono le più difficili…

Guardare dentro alle cose e saper “vedere oltre”, implica una forma di innocenza che esige di spogliarsi di tutto il superfluo per ritornare semplici.

La SEMPLICITA’ è dunque la forma di essenza più difficile.

Individuare l’essenza delle cose  significa fermarsi tra le pause, osservare intorno la totalità degli spazi e non il dettaglio. Significa guardare tra gli spazi e nel vuoto, guardare tra i pensieri e non all’interno di essi…

E in questo i bambini sono i nostri veri Maestri!

 

“Nel momento in cui uno ti sta spiegando qualcosa che non conosci, quello è il tuo Maestro. Anche se ha 5 anni”

(Paola Felice)”

Leave a Reply