ASANA Meditazione nella Azione

“Un’Asana è meditazione nell’azione“
(BKS Iyengar).

Una frase profonda che riassume il concetto vero di quello che è lo Yoga*, una disciplina che combina corpo-mente-spirito.

Lo scopo della pratica delle Asana è rilassare i muscoli, stimolando i tessuti connettivi, nella postura statica. Una volta trovato il proprio limite, nel punto di tensione massimo, si mantiene la posizione ascoltando semplicemente il proprio respiro.

La postura nell’esecuzione delle Asana dovrebbe essere STABILE, IMMOBILE e COMODA.
Questa immobilità confortevole, dovrebbe consentire al praticante di andare ad esplorare la profondità del proprio essere.

L’ assenza di sforzo è un traguardo da raggiungere per riuscire ad “arrivare oltre”. Raggiungere l’assenza di sforzo è possibile solo attraverso un’esecuzione corretta delle Asana, guidati da un insegnante, superando l’istintiva ansia da prestazione che ci porta a concepire lo yoga come una ginnastica.

In questa immobilità che è solo apparente, le Asana diventano posture meditative che permettono di placare i pensieri involontari e ricorrenti, ritrovando uno stato di quiete.

E’ una veglia vigile quella del praticante, consapevole e attenta.

Vuoi provare a fare Yoga attraverso questa Ginnastica per il benessere del corpo e della mente? Contattaci!


  • * Yoga è definita dal CONI come ॐ Ginnastica finalizzata al benessere psicofisico ॐ


Diventa nostro socio! Potrai partecipare ai nostri corsi di Yoga* a Montorso!
I CORSI SONO INDIRIZZATI AI SOCI
Per la partecipazione ai corsi, è richiesta iscrizione tessera associativa all’ Associazione Sportiva Dilettantistica YOGA CHE DANZA MONTORSO

ॐ YOGA * Ginnastica finalizzata al benessere psicofisico ॐ

ASANA PERFETTA Raggiungere una stabilità senza sforzo

Abbiamo già spiegato che un’ ASANA per essere perfetta, dovrebbe rispettare queste caratteristiche:

  • Immobile
  • Stabile
  • In assenza di sforzo

Tutto questo è possibile soltanto nel momento in cui si raggiunge una stabilizzazione dell’energia e la capacità di concederci di lasciare andare lo sforzo, arrendendoci.

Se “la forza è una forma contratta di ENERGIA”, è proprio attraverso questa energia che si può arrivare a rendere un’ASANA stabile a tal punto da diventare “equilibrio”.
Per arrivare alla stabilità vera di corpo, mente, spirito, ognuno di noi passa attraverso il corpo e la fatica della posizione, attraverso l’inquietudine della mente, il disagio…

Il percorso di ognuno di noi sta nell’imparare la corretta esecuzione rispetto alle proprie possibilità fintantochè si impara “ad arrendersi”.

Si lascia da parte la prestazione, la perfezione dell’esecuzione, la contrazione laddove non serve.
Quando si rilascia lo sforzo fisico e mentale usando soltanto i muscoli che servono,  il  corpo inizia a vibrare.
“Quando la corda del tuo strumento non è più troppo tesa…, solo allora può produrre musica.”

Sperimentando un’ ASANA corretta, si  affinano “l’ascolto” e  “l’attenzione” dei propri sensi oltre che del proprio sentire profondo,  aprendo nuovi spazi intuitivi.

I nostri sensi possono essere sviluppati e intensificati e questo ci mette in contatto con la nostra capacità di “vedere oltre”, affinando il nostro “sesto senso”.

La chiave per eseguire un’Asana corretta è LA RESA, per arrivare a percepire il fluire dell’ Energia nella profondità del tuo essere.


mi arrendo faccio yoga

Diventa nostro socio! Potrai partecipare ai nostri corsi di Yoga a Montorso!

I CORSI SONO INDIRIZZATI AI SOCI
Per la partecipazione ai corsi, è richiesta iscrizione tessera associativa all’ Associazione Sportiva Dilettantistica YOGA CHE DANZA MONTORSO

ॐ  Yoga =  Ginnastica finalizzata al benessere psicofisico  ॐ

Da Asana creATTIVA a Asana CREATIVA

Le ASANA (आसन)  sono  posizioni mantenute nella pratica YOGA,  atte ad ottenere un beneficio fisico e pricofisico.

In pricipio, nell’eseguire queste posture che a volte richiedono potenza, risulta naturale e corretto che il praticante  si focalizzi sull’aspetto tecnico dell’esecuzione  facendo molta attenzione al “come si esegue la postura”.

Questo perchè è di fondamentale importanza eseguire le ASANA in modo corretto, sapendo bene cosa si deve e soprattutto cosa non si deve fare per proteggere il nostro corpo e i  nostri organi interni.
Soprattutto all’inizio dunque, vi consiglio di iniziare a praticare Yoga con la supervisione di persone competenti in grado di guidarvi correttamente.

Una volta acquisita maggiore dimestichezza con le ASANA , si riesce a mantenere la posizione un po’ più a lungo e il passaggio successivo di ogni praticante è quello di far diventare naturale la posizione.
Questo è il momento in cui ci si sente a proprio agio nella postura mantenuta, anche se richiede potenza e controllo, perchè si riesce a non coinvolgere quei muscoli che non servono alla postura, ad usare quelli che servono e a controllare in modo consapevole il proprio corpo e il proprio respiro.
In questa fase, il passare da una ASANA ad un’altra, diventa fluido e si assapora la morbidezza e la bellezza del proprio corpo nella forza:  YOGACHEDANZA!

E’ un processo inevitabile a cui si arriva con la costanza, ma ognuno di noi ha un proprio tempo, un proprio percorso, una propria meravigliosa crescita.

ASANA creativa

Quando accade, quando accadrà, allora potrai sperimentare in modo naturale la trasformazione: l’unione tra il tuo Corpo, la tua Mente, il tuo Respiro.

Allora, l’ASANA da creATTIVA, diventerà una Asana Creativa.